Taping Kinesiologico

Origini del Taping Kinesiologico

L’esordio della tecnica risale ai primi anni Settanta del secolo scorso ad opera del chiropratico giapponese Kenzo Kase, che per primo utilizzò ufficialmente il tape elastico per il trattamento dei disturbi muscolo‐ tendinei. Nel 1973 sviluppò un nastro di tessuto estensibile (Kinesio Tex) che richiamasse per elasticità e spessore le caratteristiche meccaniche della cute; sulla base delle sue positive esperienze cliniche introdusse la nuova metodica, chiamandola Kinesio Taping (KT). Il debutto internazionale della tecnica sperimentale avvenne in occasione delle Olimpiadi di Seoul in Corea nel 1988, quando i singolari tape colorati furono esibiti dagli atleti giapponesi.
Da quel momento in avanti la metodica ottenne un successo su scala globale, prima negli Stati Uniti e poi in Europa nel 1998.
Oggi esistono molteplici varianti di questa tecnica come il Linfo‐Taping, sviluppato per il trattamento dei disturbi a carico del sistema linfatico e l’Aku‐Taping introdotto dai medici tedeschi Hecker e Liebchen.
In questo ultimo caso si tratta di utilizzare i nastri adesivi ‐ in concordanza con il decorso dei punti di agopuntura – in aree anche molto distanti dalla sede di dolore o impegno muscolare.

Il Taping

Il Taping, è una tecnica basata sull’applicazione di fasce elastiche sulla pelle che stimolano il processo di guarigione naturale del proprio corpo.
Il Taping facilita il ripristino della giusta elasticità fasciale e muscolare attraverso l’applicazione del tape su determinate aree somatiche. Il beneficio oltre al livello fasciale e muscolare si manifesta anche a livello della circolazione venosa e linfatica. Il Taping, applicato con diversi gradi di “tensione” a seconda del risultato che si vuole ottenere è efficace per modificare la funzione muscolare (facilita o inibisce la contrazione muscolare), aumenta la circolazione del sangue e della linfa a livello tessutale, riduce il dolore, può permettere un riallineamento delle articolazioni, facilita la normalizzazione della funzione muscolare. Per la sua particolarità può essere utilizzato in combinazione ad altre tecniche corporee.

A chi si rivolge il seminario

I corsi sono rivolti a tutte quelle figure professionali ed in formazione nel campo delle discipline che hanno cura il benessere psicofisico delle persone.

Programma Seminario

Parte Teorica (30% delle ore)
– Storia del taping
– Il metodo
– Proprietà del tape
– Azione del nastro sulla pelle
– Effetti neuromuscolari del taping
– Controindicazioni al taping
– L’applicazione del taping
Parte Pratica (70% delle ore)
Durante il seminario si apprenderanno le applicazioni per:
– normalizzare la funzione muscolare
– drenare i ristagni
– ridurre le tensioni miofasciali
– correggere e allineare le articolazioni
– creare un’applicazione bilanciata

Date

MILANO | da definrsi per il 2019